Articoli

Nuoto per il triathlon...

LA BASE AEROBICA  E LA FORZA , SI RIPRENDE COSI’ ….

a cura di Stefano Rossi ligertri Training pro_gram

I mesi invernali soprattutto per i triathleti  age group sono un periodo dove anche per le condizioni climatiche si può pensare di investire un po’ di tempo in più sul nuoto ,  mettendo le basi per  una stagione alla grande!!!!

In inverno una delle cose più piacevoli per via delle condizioni climatiche è nuotare. Perché non approfittarne per lavorare più intensamente in questa disciplina cercando di migliorarsi e  soffrendo il meno possibile,  per via delle condizioni climatiche difficili  che trovereste in qualche allenamento outdoor!!

Frequenza delle sedute:

In questo periodo potete pensare di aumentare la frequenza degli appuntamenti con il nuoto portandoli da3 a4 .

 Per molti  risulta difficile sacrificare la bici o la corsa, sport che creano senza dubbio una base  aerobica consistente , ma anche il nuoto oltre ad avere una valenza importante ai fini del risultato finale  in gara è un bel mezzo per costruire un ottima  base aerobica.

 

Tipologia delle sedute:

in questo periodo sessioni di tecnica , forza e resistenza saranno  le più praticate ,anche se qualche lavoro sulla velocità e qualche richiamo di soglia  sicuramente non fanno  male.

Mezzi allenanti:

Palette, pull, tavoletta ,pinnette  e tanti km da fare saranno il “ verbo”  dominante dei vostri allenamenti ,anche  la palestra non va abbandonata anzi continuate a svolgerla in maniera assidua.

La tavoletta può anche essere un bel lavoro sostitutivo della bici, se uno ha una discreta battuta di gambe ( senza grossi errori tecnici) può servire , oltre che per un buon condizionamento aerobico anche come  lavoro muscolare magari abbinata all’uso delle pinnette.

Tecnico-istruttore:

Sarebbe l’ideale essere seguiti a bordo vasca da un tecnico una o due volte alla settimana , tecnica migliore uguale minor sforzo e maggior velocità. Le altre due volte lavorate sulla forza unita a un lavoro aerobico  oltre ad inserire qualche lavoro sulla velocità e qualche richiamo di soglia.

 Organizzazione delle sedute:

Abbinate le sedute di tecnica con quelle in palestra e in una di queste inserite qualche lavoro veloce, o qualche richiamo di soglia . Nel caso del lavoro veloce bastano dei tratti da25 metria velocità sostenuta  per richiamarla, in quello di soglia,  delle mini serie a passo soglia con poco recupero  da 200-300 metri frazionate anche a 50mt vanno bene.

Nelle altre due sedute che svolgerete da soli lavorate sulla forza e sulla  resistenza.

 

ottimale:

seduta1)  palestra + esercizi tecnica nuoto ( corso di nuoto)+ richiamo velocità

seduta2) tecnica nuoto + lavoro  aerobico nuoto

seduta3) palestra +esercizi tecnica nuoto ( corso di nuoto)+richiamo velocità

seduta4) lavoro aerobico +  richiamo forza in acqua + richiamo di soglia

in pratica….

 Fatevi seguire due volte alla settimana da un tecnico a bordo vasca, magari Iscrivendovi  a un corso di nuoto   e abbinatelo alla palestra o ad esercizi sulla forza a corpo libero.

Le altre due volte potete allenarvi da soli svolgendo lavori specifici sulla resistenza, magari abbinati a un richiamo di forza  e soglia, l’altro allenamento può essere svolto  tutto a regime aerobico.

Piccola tabella di lavoro sulla resistenza a regime aerobico. 

300 riscaldamento

16x25 esercizi appropriati rec 15 sec

4x25 forti stile libero rec 20 sec

10 x100 palette + pull o solo palette  (o completo se non volete richiamare la forza) rec 10 sec

4x200 andatura aerobica 1° 3° pull 2° 4° completo recupero 10 sec

3x (4x50  andatura gara sui750 metrirec 5 sec ) +100  a regime aerobico rec  15

100 defaticanti

 In un ora o forse un po’ di   più ,  per i più lenti dovreste farcela…

Consiglio finale:

Il segreto di un buon allenamento è individuare in modo preciso le andature allenanti oltre ad avere una tabella che calzi a pennello sulle vostre caratteristiche fisiche  ,un buon test fatto da esperti vi sarebbe molto utile!!!

 “ Self made “ si può fare tutto, ma a volte i risultati non sono quelli sperati,  anzi allenamenti  “fatti da se’ ”  possono influire negativamente sul vostro rendimento in gara.

 

Tutto pronto per il Long Ligerman...

 
 
Al via le star Mestrine Massimo Cigana e Alberto Casadei oltre al recente campione Italiano di Triathlon off road Mattia De Paoli.
 
 
Il “Triathlon di Lunga distanza " arriva al Lago di Santa Croce: Domenica 4 agosto, a Farra d’Alpago (BL), nella splendida cornice delle Prealpi Bellunesi, sarà di scena la prima edizione del LONG LIGERMAN TRIATHLON.
 
L’evento nasce da un’idea di nomi noti del Triathlon italiano ed internazionale Gianpietro De Faveri (A.S.D. GP TRIATHLON) e Stefano Rossi ( LIGERTEAM KEYLINE ) che conoscendo benissimo la zona essendo la stessa ,meta preferita dei loro allenamenti, hanno fortemente voluto organizzarvi una gara sulla lunga  distanza , mettendo in campo le loro esperienze sportive maturate in oltre 20 anni di attività e supportati sulla scelta tecnica dei percorsi dal campione Italiano 2012 sulla lunga distanza Alberto Casadei.
  
L’Amministrazione Comunale di Farra d’Alpago e WELA, società che gestisce il servizio di assistenza ai bagnanti sul lago, hanno prontamente risposto all’invito creando una sinergia che, grazie anche al fattivo contributo della Proloco, della Federazione Italiana Nuoto Sez. salvamento, della Protezione Civile e del DAN, A.S.D. GP TRIATHLON, LIGERTEAM KEYLINE , M3S sport services , ha permesso l’organizzazione di questo grande evento sportivo.
 
La manifestazione che sara' valida come terza tappa della RENDIMAX LIGERTRI SERIES ,si svilupperà in due giornate; sabato 3 agosto verrà svolta una gara promozionale di aquathlon (nuoto e corsa) e precisamente 400 mt di nuoto e 2km di corsa dedicata a neofiti, appassionati ed ai partecipanti al Long Ligerman, domenica 4 agosto con partenza alle ore 7.00 l'evento clou: il LONG LIGERMAN.
In questa “due giorni” di sport verrà allestito anche un EXPO aperto a tutti, atleti, sportivi e semplici curiosi.
 
Che si trattasse di un evento importante si è visto subito dall’andamento delle iscrizioni. Sin dai primi giorni il flusso è stato notevole e continuo tanto che, avendo raggiunto antetempo la quota limite per questa prima edizione,  l' organizzazione ha dovuto “chiudere” in anticipo le iscrizioni.
  
Al via della gara troveremo autentiche stelle del panorama nazionale ed internazionale; su tutti i CAMPIONI ITALIANI ASSOLUTI DI TRIATHLON 2012 E 2013 ALBERTO CASADEI e MASSIMO CIGANA del Ligerteam Keyline , atleti Veneti che calcano da molti anni con successo i circuiti mondiali di Ironman e Half Ironman a livello professionistico, al via anche il recente campione Italiano di Triathlon off road  sempre del Ligerteam Keyline Mattia De Paoli.
Oltre a loro, ed agli atleti delle categorie age group ( amatori ) che rappresentano lo zoccolo duro della manifestazione e che per quanto riguarda alcune società venete tra cui ,Ligerteam Keyline ,Sbr3athlon  , A3 e Venezia Triathlon che con le loro numerose iscrizioni hanno di fatto supportato l' evento ,ci saranno anche numerosi atleti stranieri, provenienti da Slovenia, Austria, Croazia, Irlanda, Brasile, Slovacchia e che daranno a questa prima edizione un tocco di internazionalità.
 
Il  LONG LIGERMAN inizierà con i 2000 mt di nuoto nel lago di S.Croce (due giri di un percorso a triangolo partendo dalla spiaggia di Farra D'Alpago), usciti dall'acqua i concorrenti dopo essere transitati nella zona cambio allestita sulla spiaggia, inforcheranno la bicicletta e partiranno per gli 80 km della frazione ciclistica (5 giri) del percorso intorno al lago di Santa Croce.
Scesi dalla bici (sempre nella zona cambio vicino alla spiaggia) dovranno compiere 20km (4 giri) di podismo  in un percorso interamente sterrato e con numerosi tratti al ombra lungo le splendide rive del Lago di Santa Croce.
 
L'arrivo che per il primo concorrente e' previsto verso le 10.15 sarà allestito nella splendida cornice della spiaggia di Farra D'Alpago dove tutti gli atleti verranno festeggiati da sportivi, accompagnatori e turisti, sarà prevista la diretta streaming dell'evento sul sito www.ligertri.tv.
 
Uno dei principali supporter e sponsor dell' evento oltre che fondatore del Ligerteam Keyline Massimo Bianchi " pioniere " del Triathlon in Italia e imprenditore  ha voluto fare alcune considerazioni sul Triathlon e sull' evento in particolare.
 
 “Io su quel percorso della competizione di domenica – racconta – nel lontano 1988, da autodidatta ho imparato a nuotare nel lago, ho cominciato a fari i time-trial con la Bianchi da strada, fatta non di carbonio ma di ferro, trasformata in bici da triathlon con un manubrio Scott sperimentale acquistato per corrispondenza in Usa. E correvo a piedi proprio in quel parco dove si farà la gara”.
Massimo Bianchi, erede di una lunga tradizione nel campo della produzione delle chiavi, può a ragione essere considerato tra i pionieri del triathlon in Veneto e anche in Italia. “Nel mio piccolo – confida l’imprenditore di Keyline – pensavo in grande. E’ questo il destino dei pionieri: cominciano presto le cose per cui, quando saranno capite dal mercato, loro saranno troppo vecchi per apprezzarne le gioie”.

Keyline Ligerman 2012

 

Jesolo Lido nel classico triathlon sprint vincono Fabian e Battistoni

30 settembre 2012

In una splendida giornata di sport con oltre 500 atleti al via (record di partecipanti) si è disputato a JesoloLido il Keyline Ligerman 2012  gara di triathlon sprint a livello Internazionale.

Icampione Italiano assoluto Alessandro Fabian ha scritto per la quarta volta il suo nome nell’albo d ‘oro della classica Jesolana che oramai è alla sua nona edizione.

Gara molto combattuta e molto spettacolare che ha avuto molti colpi di scena e un grande campione come vincitore. Gia dalle prime battute di gara escono in due per primi dall’acqua, Alessandro Fabian e il giovane mestrino e portacolori della squadra organizzatrice Marco Dalla Venezia, ad inseguirli a pochi secondi parecchi atleti tra cui Alberto Casadei .

Dopo pochi chilometri, il ricongiungimento si forma un gruppo di sette atleti, Casadei attacca e assieme a lui esce allo scoperto anche Alessandro Fabian i due si involano verso la frazione podistica con un vantaggio di 40 secondi , da dietro grazie ad un grosso lavoro in bici di Massimo Cigana e dello Sloveno Plese il gruppo si fa folto, colpo di scena una caduta toglie dalla gara tre nomi importanti Massimo De Ponti, Gp De Faveri e Francesco Cauz.

Parte la corsa, il duello per la vittoria è tra Fabian e Casadei che viaggiano distanziati di una decina di secondi, dietro battaglia per il terzo posto, a vincere è Alessandro Fabian  che però aspetta nel segno della stima reciproca tra questi due grandi atleti Alberto Casadei. I due tagliano assieme il traguardo, terzo in un finale vorticoso giunge lo sloveno Plese su Massimo Cigana quinto L’Austriaco Christoph Leitner.

In campo femminile testa a testa tra Elisa Battistoni e Monica Cibin a spuntarla è stata la prima grazie ad un piccolo vantaggio accumulato nella frazione natatoria e poi amministrato con grinta e determinazione per tutta la gara, terza la giovane mestrina Ilaria Zane.

Grande giornata all’insegna dello sport e della sportività con una bellissima iniziativa dei campioni in gara che grazie ad una lotteria benefica mettendo in palio i loro materiali da gara e quelli offerti da sponsor e organizzazione sono riusciti a raccogliere fondi in favore di airc.

La gara che era valida anche come ultima tappa della Ligertri Series è stata una autentica festa del triathlon, alla fine premiazioni per tutti gli atleti della categoria Age Group  risultati i migliori dopo le tre gare del Lido di Venezia, Quinto di Treviso e  Jesolo Lido.

 

 

CLASSIFICA:

Uomini

1. Alessandro Fabian     Carabinieri

2. Alberto Casadei           Fiamme Oro

3. David  Plese                 Slovenia

Donne

1. Elisa Battistoni         Freezone

2. Monica Cibin           Forhans

3. Ilaria Zane              Cus Trento uniteam

 


A Casadei e Chmet la Venicecronotriathlon

  

Si è svolta al Lido di Venezia la quarta edizione del “VeniceCrono Triathlon”, prima tappa della “LigerTri Series” e gara unica nel suo genere caratterizzata dal fatto di essere un triathlon sprint (750-20-5) interamente senza scia e a cronometro individuale e a squadre.

 

Così come avviene nelle cronometro del ciclismo, infatti, gli atleti partivano distanziati gli uni dagli altri di 30 secondi . La frazione natatoria si è svolta nelle acque della Laguna regalando uno scorcio fantastico grazie alla vista frontale di Piazza San Marco; il ciclismo calcava quelle stesse strade che sono state protagoniste della cronometro a squadre inaugurale del Giro d’Italia 2009, i 5 km della corsa hanno invece attraversato l’oasi naturalistica degli Alberoni, portando i concorrenti al limite estremo dell’isola del Lido che si affaccia all’isola di Pellestrina per riportarli nella zona arrivo posizionata nella Piazzetta degli Alberoni. Tra i 340 atleti al via erano presenti il campione italiano di Triathlon Medio Alberto Casadei, veneziano delle Fiamme Oro (già vincitore della prima edizione e terza edizione) , il vincitore dell’edizione 2011 Francesco Cauz (Liger Team Keyline), oltre a molti atleti stranieri di livello e qualche giovane speranza del Triathlon Italiano tra cui il campione Italiano youth Marco Corra'. Tra le donne Elisa Battistoni e Daniela Chmet erano le favorite indiscusse.

 

Ha dato molto entusiasmo e gioa la presenza alla gara degli atleti nazionali di paratriathlon che si sono comportati ottimamente dando veramente spettacolo  e ricevendo gli applausi del folto pubblico. 

 

All’arrivo sarà Alberto Casadei ad aggiudicarsi la manifestazione, con una buona e regolare gara , dimostrando già ora un buon stato di forma  ,con il tempo di53’08"( Fiamme Oro)

 

 Battaglia invece per le altre posizioni del podio dove giunge  secondo Francesco Cauz  in 55'05"(Ligerteam Keyline) che batte quindi di soli 7’’  l'atleta Austriaco Christoph Leitner( Ligerteam Keyline) , buon quarto posto, a poco più di trenta secondi dal podio, per Jacopo Butturini (707 Triathlon ).

 

Tra le donne vittoria e ottima gara  per Daniela Chmet  (Fiamme Oro) in 59’28" seguita da Elisa Battistoni (707 ) 1h01’23 ’’ e da Giulia Bedorin  (Padova Triathlon ) terza con 1h04’35".

 

Nella gara a squadre vittorie indiscusse delle formazioni maschili e femminili della giovane realtà della marca trevigiana A3 Triathlon .

Notizie su Triathlon - Nuoto- Bici e Corsa a Mestre e non solo...

Storie di sport su Triathlon- nuoto-bici-corsa a Mestre e non solo... 

se vuoi che anche la tua storia sia pubblicata contattaci a   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

/

Mes3sports Services s.n.c. • Via Arino, 16 • 30038 • Dolo (Ve) • p.iva 04029560275 Privacy Police • sito realizzato da Studio Dmzdesign


Utilizziamo cookie analitici per capire meglio come i nostri utenti utilizzano il sito web, per ottimizzare e migliorare il sito. Queste informazioni sono anonime, e utilizzate solo a fini statistici, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per avere informazioni sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, controlla la nostra privacy policy.

  Accetto i cookie da questo sito.